Rossella Boriosi

Capita che le persone mi raccontino storie. Donne, perlopiù, che a un certo punto delle loro vite sono state costrette a reinventarsi. Le loro sono storie intense, belle, di persone con tanto da dire e molto da fare e che non si riconoscono nella rappresentazione che di loro danno i media, indecisi tra Sora Lella e Belén

Memorie di una maîtresse americana – recensione

Memorie di una maîtresse americana – recensione
È davvero incredibile che i romanzi che mi hanno maggiormente infuso forza, endorfine e speranza di un futuro migliore siano, rispettivamente, la biografia di una prostituta americana del secolo scorso, la cronaca della malattia e della morte di una ragazza vista attraverso…

Continue Reading

Share this Story

La pubblicità perfetta: il native advertising di Boots

La pubblicità perfetta: il native advertising di Boots
La pubblicità dell'Age defying serum di Boots è stata portata a esempio quale native advertising, ovvero quella nuova forma di comunicazione pubblicitaria in cui il prodotto si fonde nella narrazione e ne diventa parte integrante, creando un bonding con il…

Continue Reading

Share this Story

«Solo per sempre tua» un libro necessario

«Solo per sempre tua» un libro necessario
"Sii carina, sii disponibile, sii scelta." Adolescenti bellissime, curate, attente al proprio aspetto e alla propria alimentazione, occupate a scattarsi selfie da postare nei social e parlarsi via chat, impegnate a discutere attorno a uno dei tanti problemi che le…

Continue Reading

Share this Story

Quando i figli saranno grandi, io..

Quando i figli saranno grandi, io..
«Stavo pensando a quello che mi ripromisi anni fa, quando beltà splendea nei miei occhi ridenti e fuggitivi: nel momento in cui i figli fossero stati abbastanza grandi ed indipendenti, avrei preso un sacco a pelo e me ne sarei andata…

Continue Reading

Share this Story

I papà tardivi sono insopportabili

I papà tardivi sono insopportabili
«I padri tardivi sono come certe vendemmie dall'alto residuo zuccherino, e il paragone non è un caso: sono perlopiù primipari attempati che hanno svalicato i quaranta, insopportabili.» Se a dirlo è Anna, mi fido. Ma in che senso insopportabili? «Si aspettano sempre che…

Continue Reading

Share this Story

La Festa della Mamma di figli adolescenti

La Festa della Mamma di figli adolescenti
.. è più bella. Giuro. Quando sono piccoli si teme che si rimpiangeranno mani cicciotte e baci umidi,  guance da morsicare e lavoretti da occultare (perché fatti dalle maestre) ma credetemi, non è così. Gli adolescenti manco ci pensano, alla Festa della…

Continue Reading

Share this Story

L’ageism è un alibi

L’ageism è un alibi
«Prendo spunto da un articolo di Grimilde, di cui condivido molto, soprattutto l'esperienza a cui si riferisce, e con il quale mi trovo naturalmente in accordo, per contraddirlo. Ma come? Sì, perché non bisogna mai fermarsi sul proprio punto di…

Continue Reading

Share this Story

Donne che liberano le donne: Madeleine Vionnet

Donne che liberano le donne: Madeleine Vionnet
Il web è meraviglioso, specialmente quando ti permette di scoprire storie di donne che hanno fatto la Storia del costume. Donne di cui, però, ignoravi l'esistenza. Madeleine Vionnet, ad esempio. Ne parla Tiziana Rinaldi nel suo blog e rimando al link pregando…

Continue Reading

Share this Story

La verità sul caso Harry Quebert. Recensione

La verità sul caso Harry Quebert. Recensione
La sospensione dell'incredulità (suspension of disbelief) consiste nella volontà, da parte del lettore, di sospendere le proprie facoltà critiche allo scopo di ignorare le incongruenze della trama per godere dell'opera di fantasia. Ci sono scrittori - mi viene in mente…

Continue Reading

Share this Story