Rossella Boriosi

Capita che le persone mi raccontino storie. Donne, perlopiù, che a un certo punto delle loro vite sono state costrette a reinventarsi. Le loro sono storie intense, belle, di persone con tanto da dire e molto da fare e che non si riconoscono nella rappresentazione che di loro danno i media, indecisi tra Sora Lella e Belén. [mediakit]

Dalla dieta allo yoga, c’è un’app per tutto

Da qualche anno a questa parte la tecnologia è entrata  nella nostra quotidianità, cambiando di fatto tutte le attività che svolgiamo giorno per giorno. Ormai c’è davvero un’app per qualunque cosa e sono davvero tante le soluzioni che possono essere date scaricando quella più adatta alle nostre esigenze. Una volta individuata l’app che fa al caso nostro, però, c’è una cosa a cui prestare attenzione:

Attenzione al consumo dati!

Prima di capire quali sono le app che dovremmo avere sul nostro smartphone bisogna sapere che spesso alcune di queste restano attive anche quando non vengono usate; per questo motivo, per non restare “a secco” di giga, dovremmo sempre fare attenzione al consumo dei dati. Per quanto possa sembrare un paradosso esistono app anche per questo che permettono proprio di tenere d’occhio i consumi e altre che consentono di navigare sul web (da browser) con uno spreco di dati decisamente minore.

Oltre a tenere d’occhio i consumi, per non rischiare di finire i dati prima del tempo (limitando le funzionalità delle app menzionate sopra) conviene scegliere una delle tante offerte all inclusive, non escludendo l’idea di cambiare anche operatore se necessario. A questo proposito può essere molto utile leggere su Facile.it come cambiare operatore telefonico mantenendo lo stesso numero, così da non perdere tutti i contatti di amici, parenti e colleghi.

Tutte le app più utili da scaricare

Cominciamo dalle app pensate per fare sport senza dover andare per forza in palestra: Nike Training Club e RunKeeper in questo senso sono perfette. La prima offre tantissimi esercizi e allenamenti personalizzati, filtrati in base agli attrezzi che si hanno a disposizione, la seconda invece sfrutta il GPS dello smartphone per monitorare le sessioni di corsa e dare suggerimenti utili per migliorare il proprio allenamento.

Anche il relax e la meditazione oggi passano attraverso il nostro telefono, con Insight Timer e Pocket Yoga, ad esempio. La prima è un’app che permette di ascoltare musica rilassante per le sessioni di yoga e usufruire di guide e consigli di esperti; Pocket Yoga è un’app utilissima per chi si sta avvicinando a questo affascinante mondo, in quanto spiega tutte le posizioni (Asana).

Sempre restando nel campo della salute, un altro buon esempio da citare è Fooducate, app pensata per la rieducazione alimentare, che permette di seguire una dieta bilanciata. Infine, un’app per i più smemorati: ParKing funziona sempre tramite GPS, ma serve per ricordarsi precisamente dove abbiamo lasciato la nostra auto (non so voi, ma a me prima capitava quotidianamente!)

Share this Story
loading...