Rossella Boriosi

Capita che le persone mi raccontino storie. Donne, perlopiù, che a un certo punto delle loro vite sono state costrette a reinventarsi. Le loro sono storie intense, belle, di persone con tanto da dire e molto da fare e che non si riconoscono nella rappresentazione che di loro danno i media, indecisi tra Sora Lella e Belén. [mediakit]

Le Curly Bags di Tiziana Randazzo, siciliana atipica

Uno dice: è una designer siciliana bruna e tutta ricci – e subito ci si aspetta di trovare davanti decorazioni barocche e una certa estetica arabeggiante. Le Curly Bags di Tiziana Randazzo invece presentano linee asciutte e un certo stile metropolitano della donna che deve essere elegante in poche, rapide mosse. Confesso subito che la pulizia di linee e colori mi hanno fatto innamorare delle borse di Tiziana: sono esattamente quelle che vorrei indossare a un appuntamento di lavoro o a un aperitivo con gli amici, il tipo di accessorio che cattura l’attenzione senza prevaricare lo stile della persona che lo indossa.

Tiziana Randazzo

Tiziana, hai lavorato come modella per anni e respirato l’aria di passerelle e show room. Mi piacerebbe conoscere il momento in cui hai posato uno sguardo critico sulle produzioni che indossavi decidendo che volevi creare qualcosa di tuo. Quando è stato che hai detto: ci penso io?

Ho iniziato a lavorare come modella da ragazzina e sono stata sempre affascinata dalla creatività e dalla bellezza degli abiti e degli accessori che indossavo. Andando avanti con gli anni, però, sono stati gli accessori a catturare la mia attenzione: i miei occhi si posavano su tutto ciò che era allegro, pulito e sobrio, come me. Mi sono innamorata delle borse perché sono il contenitore dei nostri sogni e dei nostri segreti, della nostra emotività e personalità. Nella borsa mettiamo tutto ciò che siamo. Le Curly Bags sono nate così.

Sei bruna e mediterranea e mi aspettavo una produzione un po’ barocca. Invece le tue borse hanno linee pulite e uno spirito metropolitano. Non è una domanda, è un’affermazione.
Curly Bags Gialla-1

Sono mediterranea ma allo stesso tempo sono molto metropolitana.
Adoro le grandi città dove si corre e non puoi perdere tempo! Le curly bags somigliano alla mia vita: sono la donna allegra e gioiosa ma allo stesso tempo una donna che corre, che ha molti interessi, che viaggia e che non smette mai di sognare. Il barocco è bellissimo e chissà un giorno non possa creare un modello che mi rispecchi come aspetto fisico.

Dove vengono distribuite le tue collezioni? Hai in mente un e-commerce?

Le borse vengono distribuite in giro per il mondo in base alle richieste. A settembre faremo un evento e New York e sono molto contenta di questa opportunità. Abbiamo già un e-commerce e per settembre 2017 ci sarà un restyling: lavorando in tutto il mondo, è molto importante raggiungere i clienti ovunque si trovino.

La tua è una produzione quasi artigianale: quanti pezzi vengono prodotti per ogni borsa, e qual è il suo costo?

Le borse sono totalmente artigianali, realizzata una per una dalle abili mani dei maestri pellettieri secondo la più antica arte toscana. Ogni borsa dunque è differente dall’altra, perché vengono realizzate totalmente a mano. Il numero dei pezzi dipende dalla disponibilità dei materiali e delle pelli che abbiamo in azienda. Quando finiscono, cambiamo modello con pelli nuove. Il costo al pubblico va dai 190 ai 300 euro al massimo. Vogliamo rimanere su fascia di prezzo media dando alle nostre clienti un alto rapporto quali-prezzo. Le borse sono tutte handmade e in vera e pregiata pelle italiana.

Rosa-3

E tu, cosa tieni dentro la tua borsa?

Tutti i miei sogni!

Che cosa hai in mente per la collezione invernale?

È una mia precisa intenzione non seguire la stagionalità delle mode quanto, piuttosto, ribadire uno stile personale: adoro le linee eleganti, essenziali, pulite, in perfetto stile Curly Bags. La bellezza delle mie borse è nell’artigianalità che è espressione della semplicità, perché quando n accessorio è ben costruito e rifinito non c’è bisogno di null’altro che dell’essenzialità. Dietro ogni borsa c’è una storia, così come dietro ogni persona. La mia storia, la mia vita e i miei sogni sono tutti nelle mie Curly Bags. Il resto lo vedrete nella nuova collezione invernale che sarà pronta a fine luglio.

Tiziana, sei pazza: metterti a fare l’imprenditrice in questo momento storico è roba da far tremare i polsi. Qual è il tuo alibi?

Ho sempre pensato che nella normalità ci sia sempre un briciolo di pazzia e che questa sia l’ingrediente fondamentale per una vita fuori dall’ordinario. Sono una persona allo stesso tempo semplice e complessa, proprio come le mie Curly Bags. Nulla è impossibile, basta crederci veramente e fare le cose con passione ed impegno, con la gioia ed il sorriso: il resto poi viene da sé.

Infine: mi spieghi perché “curly bags”?

Il nome Curly Bags nasce dai miei riccioli riprendendo il significato in inglese di curly. Io sono naturalmente una riccia e così è nato questo nome, inoltre il riccio fa subito pensare a una persona allegra, frizzante, piena di sprint e di energia, proprio come lo sono io: riccia e piena di sogni.

Share this Story
loading...

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>