Rossella Boriosi

Capita che le persone mi raccontino storie. Donne, perlopiù, che a un certo punto delle loro vite sono state costrette a reinventarsi. Le loro sono storie intense, belle, di persone con tanto da dire e molto da fare e che non si riconoscono nella rappresentazione che di loro danno i media, indecisi tra Sora Lella e Belén. [mediakit]

La pubblicità perfetta: il native advertising di Boots

La pubblicità dell’Age defying serum di Boots è stata portata a esempio quale native advertising, ovvero quella nuova forma di comunicazione pubblicitaria in cui il prodotto si fonde nella narrazione e ne diventa parte integrante, creando un bonding con il lettore.
Il video è questo: Alessandra Ferri, 52enne ex Etoile, balla con l’ologramma di se stessa a 19 anni. Alzate il volume e ammirate.

Ma al di là della bellezza della protagonista, con quel suo viso intenso e segnato, ho apprezzato il messaggio finale: una crema che non ti vuole riportare ai tuoi vent’anni. Ready for more e il claim della campagna Boots.

Semplicemente perfetto. Era quello che volevo sentirmi dire.

(qui il link a un prodotto diverso da quello pubblicizzato, ma preferito da Grimilde)

Share this Story
loading...