Rossella Boriosi

Capita che le persone mi raccontino storie. Donne, perlopiù, che a un certo punto delle loro vite sono state costrette a reinventarsi. Le loro sono storie intense, belle, di persone con tanto da dire e molto da fare e che non si riconoscono nella rappresentazione che di loro danno i media, indecisi tra Sora Lella e Belén. [mediakit]

Nuova Zelanda, considerazioni sparse

Uno dice “Nuova Zelanda” e subito pensa all’Australia che si trova in questa parte dell’emisfero, ma un po’ più su. Errore: quando si vola sopra i cieli australiani, bisogna mettere in conto almeno altre quattro ore di viaggio.
La Nuova Zelanda è lontana, lontanissima: aprite l’atlante geografico, la troverete nell’altra pagina. Mi dicono che anche parlare genericamente di “Nuova Zelanda” sia sbagliato e che dovrei distinguere: Isola del Nord, Isola del Sud, Isola di Stewart o le infinite isole minori. Io però ho visitato – e pure male, ché avevo altre urgenze – solo l’isola del Nord, e precisamente la penisola di Coromandel, e parlerò solo di questa. Non sembra, ma è sufficiente.

Credo che se nel pianeta si trovi ancora qualche luogo in cui l’Uomo non ha mai messo piede, quel luogo deve trovarsi da queste parti

nuova zelanda-miniera-coromandel

Le case non aiutano a superare l’effetto straniante. Bianche, bellissime, fragili come quelle bambole. O della scenografia di The Truman Show

nuova-zelanda-casa

La vegetazione. Queste felci enormi, impressionanti, carnose, così imponenti da essere entrate nella bandiera nazionale, fanno pensare che da queste parti la preistoria non sia finita per davvero. Mia sorella mi ha raccontato la storia di un ragazzino andato a campeggiare con gli amici in mezzo ai boschi – un paio di anni fa -, allontanatosi di qualche metro dal gruppo e mai più trovato.

nuova-zelanda-felci

E in mezzo a questo Nulla, capita persino di mangiare bene. Persino benissimo…

nuova-zelanda-restaurant

.. e in posti molto suggestivi

nuova-zelanda-coromandel-roof

Gli Ebrei in fuga eressero il loro idolo d’oro. Ecco, più o meno:

nuova zelanda-morrinsville

Si è ospiti della natura. La natura comanda. “Dio è una pianta, io lo so” dice quella matta di mia sorella

nuova-selanda-cavallo

Piove spesso. Questa foto è stata presa a Novembre, dunque primavera inoltrata in questa parte del mondo. Eppure. (Però quando il tempo è bello è proprio bellissimo, e la luce è unica)

nuova-zelanda-campagna

Dimenticate il dressage

nuova-zelanda-cavalli

Coste affacciate sull’Oceano Pacifico

nuova-zelanda-oceano-pacifico-coromandel

L’oceano fa paura: senti il rumore di decine di camion in moto, e sono le onde. Sopra le onde, ragazzini impavidi fanno surf

nuova-zelanda-oceano

Ho un sogno ricorrente, trovarmi su una spiaggia sconosciuta a raccogliere conchiglie meravigliose. “Me le troverò in mano anche al risveglio” dico nel sonno. È successo

nuova-zelanda-conchiglie

Anche le dune nascondono tesori

nuova-zelanda-spiaggia-coromandel

Una foto presa per sbaglio, mentre si voleva catturare un’altra immagine, a dimostrazione che la bellezza qui è ovunque

nuova-zelanda-fiori

Manca l’odore di erba tagliata, di fattoria, di fiori bianchi, di aria fresca. Manca il silenzio che è ovunque, rotto giusto da qualche raffica di vento e le risate dei ragazzini che giocano scalzi con qualsiasi tempo. “Mi piace vivere in un Paese tranquillo, un po’ defilato dalla scena politica internazionale, ma dove i miei figli possono crescere sereni e le famiglie hanno dei servizi all’avanguardia” – dichiara Federica, trasferitasi qui otto anni fa e mamma di sei (sei!) figli – “Della Nuova Zelanda amo tutto e non ho nostalgia né dell’Italia, né di Roma”.

Se vi avanzano due settimane di ferie, venite a visitarla. Io ci ho messo vent’anni a decidermi – troppo lontana – e ora me ne pento. Poi non dite che non ve l’avevo detto.

Share this Story
loading...

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>