Rossella Boriosi

Capita che le persone mi raccontino storie. Donne, perlopiù, che a un certo punto delle loro vite sono state costrette a reinventarsi. Le loro sono storie intense, belle, di persone con tanto da dire e molto da fare e che non si riconoscono nella rappresentazione che di loro danno i media, indecisi tra Sora Lella e Belén. [mediakit]

Tre cose che ho imparato in un momento difficile

Post senza immagini, ché non ho tempo.
In questo momento così difficile per me, ho imparato alcune cose che voglio condividere, magari aiutano anche me.

– Nei momenti peggiori, quando tutto perde di senso, le cose insensate lo acquistano. Un trucco ben fatto in un panorama di desolazione generale, un colore suggestivo nel cielo, il pane caldo in mezzo agli avanzi. Mia figlia è partita per un viaggio che segna un prima e un dopo, uno di quei viaggi da cui, anche se si torna, non si torna davvero perché si fa il proprio ingresso nell’età adulta e quel che è stato è stato, eppure il ricordo che ho più caro di lei bambina – tra i milioni ben più significativi che ho conservato – è il passo di marcia con cui mi venne incontro una volta che andai a prenderla al nido. Okay, forse non c’entra niente col discorso che avrei voluto fare, però c’entra.

– Tra le vagonate di pacche sulla spalla e di carezze all’anima ricevute, il suggerimento migliore è arrivato da una persona che ho visto una sola volta in vita mia: “Proteggiti”, ha detto,

– “I soldi fanno la felicità”. Bah, boh, mah. Voi comunque premuratevi di averne tantissimi, ché quando arrivano i giorni di pioggia non basteranno comunque.

– Ah no, c’è un’ultima cosa, forse la più importante: quando un aereo ha problemi in volo, gli assistenti dicono di indossare la maschera noi per primi. Non si possono aiutare gli altri se noi stessi siamo in pericolo (che, a ben vedere, non è altro che il corollario al teorema espresso al punto 2.)

Per il resto, vediamo

Share this Story
loading...

Related Posts

One Comment

  1. Mammamsterdam

    10 ottobre 2017 at 12:33

    You go girl! <3

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>